Black Out: Accesso Vietato ai Dati Ambientali della Solvay

Nel 2008 è scoppiato lo scandalo dell’inquinamento del polo chimico di Spinetta Marengo (AL): grazie all’azione della Magistratura i dati di inquinamento del suolo e dell’acqua (e presto anche quelli dell’aria) hanno finalmente finito di essere nascosti nei cassetti. Però da oltre un anno Comune, Provincia, Regione, Arpa, Asl, Amag ecc. non hanno più fornito alla popolazione i successivi dati ambientali, tanto meno quelli sanitari, e neppure è stato fatto nulla per la bonifica del sito dal cromo esavalente e da altre decine di veleni. I cittadini, di nuovo, non sanno da mesi cosa stanno respirando, bevendo, mangiando.
Abbiamo così fatto formale richiesta di avere e divulgare copia di questi dati. L’Arpa “rifiuta l’accesso alle informazioni ambientali richieste in quanto gli atti in oggetto sono sottoposti a sequestro da parte della Procura della Repubblica di Alessandria”. Restiamo perplessi. Non obiettiamo per gli accertamenti ordinati dalla Procura: senz’altro sono secretati per legge in relazione al processo penale che si sta per aprire. Ci chiediamo però se tutti, proprio tutti, i dati sono stati ordinati dalla Procura. Ci chiediamo, cioè, se Arpa e Asl non abbiano fatto controlli non ordinati dalla Procura, di propria iniziativa, fossero solo di routine: anche questi sono secretati? Ci chiediamo se Comune, Provincia e Regione non abbiano ordinato di propria iniziativa controlli ad Arpa e Asl, e se non l’hanno fatto: perché? E se l’hanno fatto: perché non li rendono pubblici?
Addirittura nulla si sa degli incidenti da noi denunciati.
A questo proposito, l’Arpa ci ha replicato di non avere il permesso di fare controlli dentro o nelle vicinanze dello stabilimento. Abbiamo allora sollecitato Comune, Provincia, Regione, Arpa, Asl, a chiedere con noi la modifica del Piano di emergenza esterno, quello che serve a salvare la vita a migliaia di persone.
In conclusione: c’è un black out di informazioni sul polo chimico. Altro che Osservatorio ambientale della Fraschetta! Non è che dobbiamo chiedere direttamente alla Solvay i dati ambientali, certamente perfetti?

Un commento su “Black Out: Accesso Vietato ai Dati Ambientali della Solvay”

  1. Con rispetto parlando, un sospetto sorge…vale a dire …un sospetto sorge, con rispetto parlando: quanto tempo e' trascorso dalla ( sorprendente ) notizia sull'inquinamento a Spinetta ( leggi Solvay ) e l'inizio degli accertamenti da parte della Procura della Repubblica di Alessandria? Voglio calcolare per difetto…un anno? Benissimo!!! UN ANNO FA PUNTO ZERO SULLE INDAGINI: TUTTO SECRETATO! In corso di indagini, l'Arpa ( eminente ente pubblico innanzi al quale non mi inchino per ovvi motivi, al limite spalle al muro! )afferma che le e' proibito effettuare analisi all'interno del sito industriale e nei luoghi limitrofi ovvero, e VI PREGO DI CORREGGERMI SE HO CAPITO MALE ( NE SAREI BEN FELICE ), NON PUO' ATTIVARSI IN ANALISI AMBIENTALI LADDOVE PROBABILMENTE VI E' IL DOLO!!! Con rispetto ( poco ) parlando, un dubbio sorge: se cosi' e', che cazzo secreta la nostra buona procura? E mi spiego: iniziano le indagini, si raccolgono prove e , per facilitare la trasparenza delle stesse, si vieta all'UNICO ENTE PUBBLICO RICONOSCIUTO DI EFFETTUARE ANALISI SPOT NEI SITI INCRIMINATI!!!DOMANDINA: CHI O QUALE ENTE, DALL'INIZIO DELLE INDAGINI AD ORA, HA ASSICURATO AI DIPENDENTI ( I QUALI APPAIONO COMUNQUE SCEVRI DA DUBBI )E ALLA POPOLAZIONE LA SICUREZZA ( OVVERO LA COMPLETA POTABILITA' DELLE ACQUE E NON TOSSICITA' DELL'ARIA )DELL'AMBIENTE NEL QUALE QUOTIDIANAMENTE VIVE? ALL'ARPA NON SONO CONCESSE INDAGINI AMBIENTALI, ALL'ASL NON SI E' TUTTORA ATTIVATO UN LABORATORIO DEDICATO ALLE ANALISI DEL PFOA…..DOBBIAMO DEDURRE CHE TUTTO SIA IN REGOLA? SE COSI' E', COME LIBERO CITTADINO, CHIEDO LA PUBBLICAZIONE DEI DATI AMBIENTALI ACQUISITI: VI STIPENDIO CON LE MIE TASSE, E' IL MINIMO CHE POTETE DARMI…O NO? CHE CAZZO RILEVA LA STAZIONE AMBIENTALE DELL'ARPA POSIZIONATA NEI PRESSI DEL CIMITERO DI SPINETTA?
    PARLIAMOCI CHIARO, POLITICI O POLITICANTI DEI MIEI STIVALI: QUANTO TEMPO OCCORRE PER FORNIRE L'ASL DI UN LABORATORIO DEDICATO ALLE ANALISI DEL PFOA NEL SIERO DEGLI ABITANTI? DA TEMPO MI RISULTA CHE IL CNR ABBIA DATO INDICAZIONI ALL'ENTE…..ABBIAMO MEDICI AL NOSTRO SERVIZIO O BURATTINI? NEL SECNDO CASO, PER UNA IMMEDIATA RISPOSTA, CONSIGLIO IL CIRCO TOGNI, UNA SEDE IN STATALE E' VICINA E, SENZA ALCUN DUBBIO, MAGGIORMENTE REATTIVA!!!

I commenti sono chiusi