Che si stia facendo strada il “virus della diagnosite”?

Si registra un notevole incremento di bambini e ragazzi iscritti a scuola con diagnosi di disabilità. Molti esultano per il presunto miglioramento dei criteri e delle competenze diagnostiche e per le grandi possibilità di aiuto che questo aumento di diagnosi sembra offrire, ma è possibile che così tanti bambini stiano diventando disabili? La disabilità è diventata forse “virale”? O non siamo per caso noi che ci stiamo ammalando con il “virus della diagnosite”?» (continua…)

Cercasi ausilio per poter fare la doccia.

Il problema riguarda una singola persona con disabilità, ma risolverlo potrebbe aprire la strada alla realizzazione di un ausilio utile per molte altre persone. Per questo diamo spazio ben volentieri all’appello di due genitori che scrivono: «Cerchiamo qualcuno, anche un artigiano, che abbia voglia di studiare il caso di nostro figlio e si applichi per costruire una sdraio delle misure giuste, che gli consentano di poter fare la doccia» (continua…)

Camerino stretto? Persona con disabilità: risarcimento e negozio più accessibile?

Il camerino di quel negozio di abbigliamento è decisamente troppo stretto per entrarci in carrozzina e così una giovane con disabilità deve rinunciare all’acquisto. Non lascia però cadere la cosa e dopo avere ricevuto risposte insoddisfacenti dal Servizio Clienti dell’esercizio, si rivolge al Servizio Legale Antidiscriminazione della SIDIMA (Società Italiana Disability Manager). Conclusione (continua…)

Scompare nel nuovo governo un Sottosegretario con delega alla disabilità.

Viene a mancare un interlocutore che possa rappresentare la disabilità e avvicinare ad un dialogo autenticamente rivolto ai bisogni di chi vive una condizione di vita diversa. Ciò sta suscitando commenti di perplessità, sconfinanti spesso nel disappunto, da parte di molte Associazioni e, soprattutto via social, di cittadini con disabilità, visto anche che questa figura era stata annunciata dal presidente del Consiglio Conte nel suo discorso programmatico alla Camera. (continua…)

La Salute dev’essere uguale per tutti!

Dal riconoscimento dell’invalidità e dell’handicap al sostegno psicologico, dalle liste di attesa per visite ed esami all’accesso ai farmaci, i cittadini con malattie croniche e rare sperimentano sulla loro pelle che l’accesso e la qualità delle cure nel nostro Paese non è uguale per tutti. E tali disuguaglianze non sono state colmate dal Piano Nazionale della Cronicità
(continua…)

Primo Maggio, Festa dei Lavoratori, ma le persone con disabilità…

Non si può  tacere la profonda esclusione vissuta dalle persone con disabilità che cercano inutilmente lavoro, oppure da quelle che tentano disperatamente di mantenerlo o ancora da coloro che subiscono trattamenti meno favorevoli nel loro impiego. C’è dunque l’urgente necessità di modificare le politiche, i servizi, gli incentivi, i controlli per una reale inclusione lavorativa. (continua…)