27 gennaio “Giornata della memoria” in ricordo dell’Olocausto.

Commemorazioni Shoah (clicca qui Silvana Mossano) a Casale Monferrato, Alessandria, Acqui Terme, Castelletto d’Orba e Valenza. Ma non a Spinetta Marengo: la seconda edizione di “Ambiente Delitto Perfetto” rompe perciò la congiura del silenzio scesa sulla fabbrica degli orrori dove le ossa umane degli ebrei furono trasformate in concime. Le dichiarazioni dei testimoni superstiti.

Rileggendo ancora una volta Primo Levi.

La testimonianza di un uomo buono e saggio, che combattè contro il fascismo e sopravvisse all’orrore dei Lager; che per l’intera sua esistenza ha chiamato alla lotta in difesa della vita, della dignità e dei diritti di tutti gli esseri umani; che ha contrastato tutte le violenze, le menzogne, le complicità col male. Clicca qui.

A proposito della Giornata della memoria. Le ossa degli ebrei come concime. E se si andasse a scavare il bunker sotto la Solvay?

Concime dalle ossa degli ebrei uccisi. Interi vagoni di resti umani “lavorati” a Spinetta Marengo. Secondo gli israeliani. L’ipotesi è riferita al ’43 ’45 e rilanciata dopo la segnalazione di un dipendente ancora in attività nella fabbrica. Polemiche nelle sedi istituzionali. Ci sembra doveroso andare a verificare cosa contiene il bunker sotterraneo che dalla fine della guerra si afferma esistere sotto lo stabilimento della Solvay.
Per approfondire le inquietanti notizie
clicca qui (La Stampa)
clicca qui (Il Piccolo)
clicca qui (Corriere Della Sera)