Il decreto legge sull’acqua fa acqua da tutte le parti.

Nel 2007, per iniziativa del Forum Italiano dei Movimenti per l’Acqua era stata presentata la legge “Principi per la tutela, il governo e la gestione pubblica delle acque e disposizioni per la ripubblicizzazione del servizio idrico” con raccolta firme (406.626) depositate alla Camera. Obbiettivi: acqua come diritto umano, tutela della risorsa e della sua qualità, la ripubblicizzazione del servizio idrico integrato e la gestione dello stesso mediante strumenti di democrazia partecipativa. Oggi, ci troviamo di fronte ad un disegno di legge che il Parlamento ha completamente stravolto: di fatto, se ne è svuotato l’impianto generale e travisati i principi essenziali.

Clicca qui la storia della legge e l’analisi critica dell’attuale testo.

Assemblea Nazionale Forum dei Movimenti per l’Acqua.

Clicca qui i report dell’assemblea. Presenze: Attac Italia, Cadtm Italia, Forum Abruzzese dei Movimenti per l’Acqua, Comitato Savonese Acqua Bene Comune, Comitato Acqua Pubblica Lecco, Comitato Acqua Pubblica Sondrio, Coordinamento Romano Acqua Pubblica, Comitato Acqua Pubblica Torino, Comitato Acqua Pubblica Matera, Comitato Acqua Pubblica Ferrara, Coordinamento Regionale dei Comitati Acqua Bene Comune Emilia Romagna, Rete Civica ATO 3 Campania, Comitato Acqua Pubblica Faenza, Comitati Cittadini per l’Ambiente – Sulmona, Confederazione Cobas, Coordinamento Calabrese Acqua Pubblica “Bruno Arcuri”, Comitato Acqua Bene Comune La Spezia, Comitato Genovese Acqua Bene Comune, Coordinamento Acqua Pubblica Basilicata, Forum Pontino Diritti e Beni Comuni, Rete per la Tutela della Valle del Sacco, Comitato .Milanese Acqua Pubblica, Comitato Acqua Pubblica di Salerno.

L’unica soluzione è una gestione pubblica, partecipativa ed eco-compatibile dell’acqua.

A distanza di quasi sei anni dai referendum del 2011 appare evidente come l’esito sia stato prima disconosciuto, poi disatteso e infine sia stata messa in campo, da parte di tutti i Governi una strategia volta a rilanciare i processi di privatizzazione del servizio idrico e degli altri servizi pubblici locali. Alti profitti, bassi investimenti, reti vecchie, ritardi nella depurazione, aumenti delle tariffe.

Clicca qui Forum Italiano dei Movimenti per l’Acqua

Assemblea nazionale Forum dei Movimenti per l’Acqua.

A Roma il 1° aprile. Sarà preceduta da assemblee macro-regionali:
DEL NORD EST 4 MARZO A BOLOGNA dalle 10.00 alle 16.00 presso il Centro Sociale G. Costa (Via Azzogardino, 48);
DEL NORD OVEST 11 MARZO AD ASTI dalle 10.30 alle 17.00 presso la Casa del Popolo (Via Brofferio, 19);
DEL CENTRO 12 MARZO A ROMA dalle 11.00 alle 17.00 presso la sede del Forum Acqua (Via S. Ambrogio, 4);
DEL SUD È IN VIA DI DEFINIZIONE.

Appello alle persone dei movimenti e delle reti per il Bene ed i Beni Comuni.

Una riflessione di Antonella Leto del Forum siciliano dei movimenti per l’Acqua ed i Beni
Comuni:”…Per concepire, sollecitare e promuovere un grande cantiere programmatico, aperto ed inclusivo, senza padrini né padroni al quale tutti possano contribuire, in cui tutte le nostre elaborazioni, ideali ed aspirazioni trovino spazio, nel quale tutte le innumerevoli e straordinarie competenze rivolte al bene comune al nostro interno ed esterne a noi si facciano progetto concreto e non soggetto.Per lavorare tutti su un piede di parità ad un programma politico per la rivoluzione etica, culturale, sociale, ambientale ed economica…” (continua)

Il Governo ritira il decreto sui servizi pubblici, una vittoria della mobilitazione.

La Corte Costituzionale ha demolito la cosiddetta Riforma della Pubblica Amministrazione della ministra Madia dichiarando l’incostituzionalità di diversi articoli della legge delega tra cui quelli relativi a dirigenza, società partecipate, servizi pubblici locali e pubblico impiego. Clicca qui il Forum Italiano dei Movimenti per l’acqua.